Stop ai pignoramenti prime case

Pignoramenti congelati: il decreto legge del fare allenta la pressione del fisco e introduce lo stop dei procedimenti di Equitalia. Le misure avranno in alcuni casi valenza retroattiva e permetteranno di congelare i pignoramenti delle prime case già avviati da Equitalia.

Divieto di pignoramento per le abitazioni principali, divieto che vale solo se la casa in questione abbia già destinazione d’uso catastale come abitazione, spiega il Sole 24 Ore:

" riguardo all’abitazione principale, ai fini della previsione di impignorabilità occorre che l’immobile abbia una destinazione d’uso catastale abitativa. Non conta quindi l’utilizzo abitativo di fatto. Non rilevano invece le pertinenze che non fanno mai perdere il requisito della unicità dell’immobile posseduto, a prescindere – si direbbe – dal loro numero”.

Il debitore deve, però, dimostrare di risiedervi. Fanno eccezione soltanto la categorie catastali A/8 e A/9, quindi ville e castelli di lusso. Per tutti gli altri immobili sale di sei volte (da 20mila a 120mila euro) il valore minimo del debito non pagato che autorizza il riscossore a procedere con l’esproprio.

Questo sito utilizza i cookie di sessione e analytics di "terze parti" per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.